Il Governo Renzi, ultima speranza per l’Italia?

OLYMPUS DIGITAL CAMERACaro Matteo Renzi, sarò breve e semplice.
L’Italia a confronto con i nostri vicini paesi europei è messa assai male per non dire qualcosa di più pesante. La situazione è drammatica su molti fronti, ma vorrei rimanere sul problema della disoccupazione, sulle politiche dello stato sociale e del debito pubblico, mi fermo qui altrimenti l’elenco sulle cose su cui intervenire sarebbe molto lungo.

Andiamo subito al sodo, vista la crisi economica e sociale sono due le questioni da affrontare urgentemente:

Rilancio economico per ricreare nuovi posti di lavoro

Un reddito minimo a chi perde il posto e a chi cerca un posto di lavoro (disoccupati)

Queste due tematiche secondo me sono le più urgenti, solo adottando il secondo punto (reddito minimo garantito) si riattiverebbe un poco il ciclo economico perchè una persona disoccupata a reddito zero si ritroverebbe a poter spendere quei 400/600 euro mensili che iniettati nelle attività economiche non farebbero altro che bene a quest’ultime, considerando poi che il 50% di questo reddito minimo tornerebbe nuovamente allo Stato sotto forma di tasse.

Nel settembre 2012 ero presente tra il pubblico al Caffè delle Mura a Lucca, dove alla fine della sua esposizione le ho stretto anche la mano. Quello che vorrei contestarle era quella sua proposta dei 100 euro in più in busta paga a 16 milioni di lavoratori, il costo della copertura era di circa 20 miliardi di euro. Domanda, perchè dare altri 100 euro in più a chi il reddito lo percepisce già? E chi ce lo dice che questi 100 euro verranno poi spesi? Il lavoratore si ritroverebbe ad avere 100 euro (forse superflui) dove può investirli nei titoli di stato e di conseguenza questa cosa causerebbe un impatto negativo sui conti del debito pubblico. Un’alternativa migliore sarebbe, invece di dare 100 euro a 16 milioni di lavoratori, darne 400 di euro ma ai 4 milioni di disoccupati, solito costo ma questo “reddito minimo” entrerà quasi sicuramente nel ciclo economico rilanciando così l’economia oltre che dare un po di “sollievo economico” alle persone senza un reddito. Inoltre si ricordi il “come mai” il Movimento 5 Stelle è stato votato da un elettore su 4 (25%), dove il Reddito di Cittadinanza lo ha al primo punto del programma.

Dopo questi due interventi da mettere in cantiere nel brevissimo termine, un’altro importante problema da risolvere urgentemente è quello del debito pubblico che ci sta “succhiando” 60/100 miliardi di euro ogni anno. Intervenire su questo si avrebbero benefici inimmaginabili. Uno di questi benefici è quello che possono essere liberate risorse per rilanciare interventi pubblici sulle strutture esistenti, come ad esempio la ristrutturazione delle scuole, la prevenzione sui rischi idro-geologici. Tutto questo avrebbe anch’esso un impatto sul mondo del lavoro e sul rilancio economico.

(Vittorio Marcuccetti)

Annunci

Reddito Minimo Garantito

movimento-disoccupati-reddito-minimo-600-euroReddito Minimo Garantito, 600 euro al mese per tutti i disoccupati in cerca di lavoro con una situazione familiare di povertà. In quasi tutti i paesi Europei adottano il “Reddito Minimo Garantito”. Esiste una raccomandazione dell’Unione Europea che dal 1992 ci indicava di provvedere a questo ammortizzatore sociale.